logo 

 

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


*********
e Pontefice
Eremita

Calendario

Novembre 2017
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Frasi scorrevoli

celestino vNel ricchissimo e complesso panorama della storia della Chiesa e dell'Europa del Trecento, offriamo una semplice traccia, da integrare con la copiosa bibliografia.  

1209 - 1210
Pietro nasce a Isernia o Sant’Angelo Limosano, da Angelerio e da Maria Leone 

1220 Federico II di Svevia (Hohenstaufen) è incoronato imperatore.

1226 Muore Francesco d'Assisi.

1230 (circa) Pietro è novizio a Santa Maria di Faìfoli.

1233 - 1234 Pietro è a Roma, dove è ordinato sacerdote. Il papa è Gregorio IX (Ugolino dei Conti di Segni).

1235 (circa) Pietro trascorre un breve periodo nell’abbazia benedettina di San Giovanni in Venere a Fossacesia.

1240 (circa) Pietro è eremita sulla Maiella.

1252 Si ha notizia della presenza di Pietro all’eremo di Santo Spirito a Maiella, di cui è priore.

1261 E’ papa Urbano IV (Jacques Pantaléon).

1263 La congregazione dei Fratelli penitenti dello Spirito Santo è formalmente riconosciuta da papa Urbano IV.

1265 A Firenze nasce Dante Alighieri – E’ papa Clemente IV (Guy Foulques).

1266 (26 febbraio) Manfredi è sconfitto a Benevento: crolla il partito ghibellino. Carlo I d’Angiò è re di Napoli.

1268 (agosto) Carlo I d’Angiò sconfigge Corradino di Svevia a Tagliacozzo. A ottobre Corradino è decapitato a Napoli. Con lui si estingue la casata degli Hohenstaufen.

1268 - 1271 Conclave di Viterbo: è eletto Tedaldo Visconti, papa Gregorio X.

1274 Pietro si reca al concilio di Lione. Sono presenti Tommaso d'Aquino e Bonaventura da Bagnoregio. 

1275 A Santo Spirito a Maiella si tiene il primo Capitolo generale della Congregazione dei Celestini. Pietro è priore.

1276 Si succedono i brevi pontificati di Innocenzo V (Pierre de Tarentaise), Adriano V (Ottobono Fieschi) e Giovanni XXI (Pietro di Giuliano).

1276 - 1278 Pietro è abate a Santa Maria di Faìfoli, il cui monastero benedettino era dirutum et destructum.

1277 È papa Niccolò III (Giovanni Gaetano Orsini).

1279 - 1281 Pietro è a San Giovanni in Piano, presso Apricena, che contribuisce a ricostruire.

1281 Pietro è priore a Santo Spirito di Maiella - Diviene papa Martino IV (Simon de Brion).

1282 (30 marzo) Guerra dei Vespri in Sicilia contro Carlo I d’Angiò.

1284 Pietro si trasferisce con alcuni compagni a San Bartolomeo di Legio.

1285 I monaci di Santa Maria di Faìfoli, per disposizione di Pietro, si trasferiscono a San Giovanni in Piano per non subire le prepotenze del feudatario Simone di Sant’Angelo - Filippo IV il Bello è re di Francia – E’ papa Onorio IV (Giacomo Savelli) – Muore Carlo I d’Angiò, gli succede Carlo II lo Zoppo.

1288 E' papa Niccolò IV (Gerolamo d’Ascoli).

1288 Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila è consacrata.

1289 Niccolò IV conferma il possesso di Sant’Eusebio in Roma ai monaci di Pietro.

1292 Muore papa Niccolò IV.

1292 - 1294 Il conclave si tiene a Roma, poi a Perugia: Pietro del Morrone è eletto papa il 5 luglio.

1293 - 1294 (luglio) Pietro è a Sant’Onofrio al Morrone, dove gli viene comunicata la sua elezione a papa.

1294 (29 agosto) Pietro del Morrone è solennemente consacrato papa, col nome di Celestino V, nell’abbazia di Collemaggio.

1294 (18 settembre) Celestino V indice il suo unico concistoro, nel quale nomina 13 nuovi cardinali, di cui sette francesi. È uno dei pochi provvedimenti che Bonifacio VIII non dichiarò nulli.

1294 (29 settembre) Celestino V promulga la Bolla della Perdonanza (Inter sanctorum solemnia).

1294 Papa Celestino V autorizza i “fraticelli” di Angelo Clareno e Pietro da Macerata a staccarsi dall’ordine francescano e a costituirsi come congregazione dei “Poveri eremiti di Celestino”.

1294 (ottobre) Papa Celestino V è a Napoli.

1294 (13 dicembre) Celestino V rinuncia al soglio papale.

1294 (24 dicembre) Benedetto Caetani diviene papa con il nome di Bonifacio VIII.

1294 (27 dicembre) Bonifacio VIII dichiara nulla la maggior parte dei provvedimenti di Celestino V.

1294 (dicembre) Pietro, sfuggendo alla sorveglianza dei monaci che lo accompagnano verso Roma, o con la loro complicità, si rifugia all’eremo di Sant’Onofrio.

1295 Pietro abbandona l’eremo, si incammina verso il Gargano. A marzo è in contatto con l’abbazia di San Giovanni in Piano.

1295 (16 maggio) Pietro è arrestato non distante da Vieste ed è condotto ad Anagni.

1295 (14-15 giugno) Pietro incontra Bonifacio VIII ad Anagni.

1295 (17 luglio) Pietro è rinchiuso nella rocca di Fumone.

1296 (vespro del 19 maggio) Pietro del Morrone muore.

1296 (25 maggio) Il cardinale Tommaso da Ocre celebra le esequie nella chiesa di Sant’Antonio di Ferentino, dove Pietro ebbe prima sepoltura. A Roma fu celebrata la messa funebre dallo stesso Bonifacio VIII.

1300 Bonifacio VIII indice il primo Giubileo.

1303 Muore papa Bonifacio VIII, un mese dopo lo “schiaffo di Anagni”. Fallisce completamente la sua politica teocratica. Gli succede Benedetto XI (Nicola Boccasini).

1305 E’ papa Clemente V (Bertrand de Gouth).

1306 - 1321 (circa) Dante compone la Divina Commedia.

1309 - 1377 Il papa e la corte pontificia si trasferiscono ad Avignone (cattività avignonese).

1313 Termina il processo di santificazione di Pietro del Morrone.

1327 Le spoglie di Pietro sono trafugate da Ferentino e trasportate all’abbazia di Collemaggio.

1808 - 1810 È soppressa nel Regno di Napoli e poi in tutta Italia la Congregazione dei Celestini.


Copyright © 2017 Associazione San Pietro Celestino