logo 

 

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


*********
e Pontefice
Eremita

Calendario

Novembre 2017
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Frasi scorrevoli

I sentieri dell’Innocenza

Kathia 2Siamo tutti esseri umani in cammino alla ricerca del Senso della Vita, pellegrini che percorrono strade talvolta semplici, talvolta complesse, tutte diverse tra loro ma caratterizzate da una meta comune che si può identificare nella ricerca di se stessi e di un significato esistenziale del vivere quotidiano. Abbiamo scelto di interpellare gli occhi dei bambini, cercando di cogliere le risposte che loro stessi danno al "Senso della Vita".
Con occhio penetrante e del tutto spontaneo essi guardano alla vita con ricchezza interiore, tanto da determinare in noi adulti interrogativi e riflessioni che a volte ci sconcertano.

I bambini hanno molto da insegnare agli adulti. Se non altro sulla gioia di vivere, cioè sul senso dell’esistenza. I bambini insegnano che la realtà non è soltanto quello che l’occhio vede e l’orecchio ode e la mano può toccare, bensì è anche (o forse soprattutto?!) ciò che sta nascosto alla vista e al tatto, e si svela ogni tanto, a chi cerca con gli occhi della mente e a chi sa ascoltare e udire con le orecchie dell’animo e sa toccare con le dita dell’intuizione, del pensiero.

primavera estate autunno inverno
La Primavera L'Estate L'Autunno L'inverno


Abbiamo condotto i bambini della classe III B della scuola primaria "Ottolino Belgioioso" di Milano alla mostra a Palazzo Reale dove erano esposte le opere del pittore Giuseppe Arcimboldo (Milano, 1526 - 1593).
Arcimboldo - uno degli artisti più stravaganti della Storia dell’Arte italiana - è celebre per aver creato "ritratti" di assoluta originalità. Sono famose, infatti, le sue "teste composte" in cui l’Artista combina elementi naturali come fiori, frutta, animali, piante in un gioco creativo e fantastico al fine di formare con essi parti del volto umano. Le rappresentazioni insolite che l’Artista realizza ricordano le espressioni di personaggi bizzarri, talvolta grotteschi, ma del tutto unici nella loro originalità. Tra le varie opere del pittore milanese presentate ai bambini si possono citare in particolare: "La Primavera" (1573), "L’Estate" (1573), "L’Autunno" (1573), "L’Inverno" (1573), "Le Quattro Stagioni" (1590).

 


Copyright © 2017 Associazione San Pietro Celestino