logo 

 

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


*********
e Pontefice
Eremita

Calendario

Novembre 2017
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Frasi scorrevoli

(Onde Radio Ovest - Oro Tre - 1997)

È un grido disperato quello degli ORO, un grido disperato a Dio che "ci ha lasciati soli" … un Dio che sembra quasi si voglia vendicare di come è stato trattato in quel triste Venerdì, quando l’hanno incoronato di spine tra gli scherni e gli sputi … eppure la vita continua, e la dignità degli uomini viene calpestata in continuazione lasciando cicatrici difficili da rimarginare, ferite che continuano a sanguinare; quando sparisce anche la speranza non rimane proprio più nulla a cui aggrapparsi, e quella luce che si è spenta non si riaccende più … "ma se non ci sei io non ci sto".

PADRE NOSTRO

(ascolta)  

Quando sei venuto giù
Questo mondo non capì
ti coprirono di spine
In un lontano venerdì
Molti risero di te
E di chi ti accompagnò
Ma il potere di ogni Re
La tua parola cancellò
Tra l’amore e la pietà
Questa certa verità
È rimasta dentro
l’anima con noi
Ora guardaci se puoi
E ricordati di noi
Dove sei stanotte tu
Se la gente adesso va
In un mare non più blu
Per elemosine in città
Dove sei adesso tu
Se nel buio di una via
C’è chi vende
e c’è chi compra
Il niente che ti porta via
Devi dirci dove sei
Perché vivere vorrei
Quanto male si è fermato   
adesso qui
Dove sei finito?
Mentre qui combattono
Mentre tutti scappano
Mentre qui calpestano
La dignità degli uomini
Tu dicci come vivere
Dove sei ADESSO CHE
che queste lunghe malattie   
han lasciato cicatrici
grandi come quelle tue
dove sei ritorna qui
perché il debole non sia
una vittima
lasciata sola
al freddo per la via
devi dirci dove sei
perché dirtelo vorrei
che la vita non è facile per noi
come siamo soli
Mentre qui combattono
Mentre tutti scappano
Mentre qui calpestano
La dignità degli uomini
Tu dicci cosa scegliere
Dove sei stanotte
io ti cercherò
(dove sei)
dove sei se non ci sei io non ci sto
dove sei adesso tu
dove sei stanotte tu
dove sei che questa luce adesso
non ritorna più
devi dirci dove sei
perché dirtelo vorrei
che la vita non è facile per noi
come siamo soli
Mentre qui combattono
Mentre tutti scappano
Mentre qui calpestano
La dignità degli uomini
dove sei adesso tu
dove sei stanotte tu
dove sei che questa luce
deve accendere
e non spegnere mai più
dove sei adesso tu
(dove sei)


Copyright © 2017 Associazione San Pietro Celestino