La tua voce ha potuto intenerirmi,
la tua presenza trattenermi.
Chi sei? (…)
Tu, solo tu, hai destato (…)
l’ammirazione dei miei occhi,
la meraviglia del mio udito.
Ogni volta che ti guardo
mi provochi nuovo stupore
e quanto più ti guardo
più desidero guardarti.

Informazioni aggiuntive


Copyright San Pietro Celestino © 2018