logo 

 

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5


*********
e Pontefice
Eremita

Calendario

Settembre 2017
DLMMGVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Frasi scorrevoli

medieval sophia





 

In Mediaeval Sophia 8 (2010),  Lecturae  p. 242

Recensione a: VILLANI A. L., La croce di Celestino. Simbolo luminoso e dimenticato. Associazione San Pietro Celestino, Roma 2009, pp. 65 (senza ISBN).

Originato dalla ricorrenza dell’ottavo centenario della nascita di Pietro Angelerio (più noto come Pietro di Morrone), divenuto papa con il nome di Celestino V, questo pregevole studio mira a suscitare nel lettore un interesse storico e culturale per una delle più grandi elaborazioni simboliche del Cristianesimo: la Croce celestiniana. Da questa figura simbolica, composta da una Croce e dalla lettera S, carica di significati profondi, è scaturita una serie di messaggi teologico-religiosi e spirituali relativi al senso della vita dell’uomo. Celestino e i suoi monaci vedono e vivono la croce in rapporto sia con l’albero mitico del Genesi, sia con il serpente innalzato da Mosè nel deserto, sia con Gesù stesso, visto più nella sua resurrezione che nella sua crocifissione, sia, ancora, con lo Spirito del Ristoro, divina Sophia crocifissa dagli uomini.
La Croce celestiniana, così, si presenta come un simbolo originale, "creato" da un fine teologo ricco di cultura biblica e di spiritualità mistica, riconosciuto come maestro di sapienza e garante dell’ortodossia.


Copyright © 2017 Associazione San Pietro Celestino